Le opere ospitate nella Gam, prevalentemente lasciti di facoltosi e appassionati privati alla municipalità, sono costituite prevalentemente da paesaggi e ritratti dell’Italia ottocentesca. Gli spazi della Gam sono perfettamente “accessibili”: rampe ed ascensori oltre al pratico fasciatoio nel bagno al piano terra renderanno la visita più semplice per le neomamme.

Un fine settimana ogni mese il Muba Museo dei Bambini organizza i laboratori Re Mida per i più piccoli (dai 12 mesi ai 6 anni di età, accompagnati da un adulto), proponendo una serie di attività per stimolare la sensorialità e l’apprendimento dei bimbi.

Il Sentiero delle Batterie, che prende il nome dalle postazioni dell’artiglieria contraerea affacciate sul mare e disposte lungo la prima tratta del percorso, è unanimemente riconosciuto come uno dei più panoramici della costa ligure. Si tratta di un’escursione impegnativa e andrebbe percorsa solo da camminatori esperti, dal passo sicuro e ben allenati.

Con i suoi 70 ambienti differenti, 600 specie animali,12.000 esemplari e le 2/3 ore di permanenza media, l’acquario di Genova, il più grande d’Europa, è un’esperienza indimenticabile per grandi e bambini.

Di seguito qualche dritta per un itinerario pedonale un po’ fuori dalle comuni rotte, off the beaten path, nella ville Lumière, dedicati a chi ha già visitato Parigi e i suoi highlights: Parc du Luxembourg – Panthéon – Arène de Lutèce – Rue Mouffetard – La Mosquée – Jardins de Plantes – Rue Crémieux – Promenade Plantée

La camminata per il Lago di Pietra Rossa è mediamente impegnativa, procederete per un sentiero ripido e spesso lastricato su per il crinale via via sempre più brullo, con frequenti tratti a gradoni che metteranno alla prova le gambe poco allenate. Ma il panorama sul Bianco e l’ambiente alpino rarefatto circostante il lago ripagheranno la fatica.

L’Oasi di Baggero, luogo peculiare a soli 40′ da Milano, è un’area verde in provincia di Como, all’interno del Parco del Lambro. Fino agli anni ’70 l’area era utilizzata come cava estrattiva. Un trentennale processo di riqualificazione ambientale ha visto il riempimento degli scavi, ora occupati da due placidi laghetti, la sistemazione del sentiero ad anello che gira intorno ai laghi, la creazione di un’area giochi per bambini.